Feeds:
Articoli
Commenti

Oggi   presentiamo  la ricetta classica di Monteleone di Spoleto.

Ogni anno, il 5 Dicembre, alla vigilia della Festa del patrono S. Nicola di Bari il parroco distribuisce questa minestra di farro a tutta la popolazione.


INGREDIENTI (per 4 persone)

  • 200 gr. farro spezzato (6 pugnetti)
  • 400 gr. di pelati o salsa di pomodoro
  • 1 cipolla
  • sedano
  • 1 carota
  • olio extra vergine di oliva
  • 2 patate

PREPARAZIONE

Tritare finemente la cipola la carota e il sedano e farli rosolare nella pentola con olio e pomodoro e le patate tagliate a dadini. Versare poi acqua e appena arriva a bollore mettere il farro.

Far cuocere per un’ora circa mescolando frequentemente.

Servire con un filo di olio extra vergine di oliva.

INGREDIENTI.
  • 500 gr. di farina di roveja
  • 4 uova
  • 250 gr. di burro
  • 200 gr. di zucchero
  • 1 limone ed 1 arancio
  • 1 bustina di lievito (si può usare anche un cucchiaino di bicarbonato)
PREPARAZIONE.

Porre sulla spianatoia da cucina, la farina e farvi un buco al centro (a fontana), il burro (tolto dal frigo almeno 2 ore prima), le uova, lo zucchero, la scorsa del limone e dell’arancio grattugiate e la bustina di lievito.
Poi amalgamate, con le mani, bene tutti gli ingredienti, fino a ottenere un impasto morbido ma composto.
Quindi dare forma ai biscotti. Tale procedura puo avvenire in due modi:
a)prendendo un mattarello e stendendo l’impasto sulla spianatoia,  in modo che non sia troppo sottile ma neanche troppo alto, e tagliarlo a rombi o altre forme;

b)formando delle  piccole ciambelline di pasta di circa 10 cm di circonferenza.
Una volta preparati i biscotti disponeteli sulla griglia con sotto carta forno, mettere nel  forno ventilato  preriscaldato a 180 gradi e cuocete per 10  minuti.
Questi biscotti di farina di roveja hanno un sapore buonissimo e molto particolare…niente a che vedere con la maggior parte dei biscotti comuni.

INGREDIENTI

300 gr. di farinadi ceci bio

1 litro di acqua

sale q.b.

olio extra vergine di oliva

pepe

PREPARAZIONE

Diluire la farina nell’acqua sciogliendo i grumi e salare.

Tenere la pastella a riposo per almeno 3 o 4 ore poi togliere la schiuma che vi si forma sopra.

Versare abbondante olio extra vergine di oliva (circa 1/10 della miscela acqua più farina) in un tegame o in una teglia.

Aggiungere il composto ed amalgamare, in modo tale che l’olio, depositato sul fondo della teglia , passi in parte sopra !!!lo spessore a crudo deve essere di 6/7 mm.

Mettere in forno, precedentemente riscaldato, a 250 gradi e far cuocere  per 30 minuti, fin quando la superficie non sarà ben dorata, più se possibile qualche minuto di grill.

Una volta cotto grattare del pepe sopra e mangiare….

piadine


INGREDIENTI
  • 500 gr. di farina di farro
  • 50 gr. di strutto (se volete renderle più leggere usate l’olio di semi)
  • 1 cucchiaio di sale
  • 1 cucchiaio di latte

PREPARAZIONE
Come molte delle mie ricette sostituisco alla farina di grano la farina di farro e la maggior parte delle volte viene fuori un buon risultato….e questo vale per questa buonissima piadina!!
Tipica della gastronomia romagnola,  ma usata ormai in tutto il paese, si può mangiare calda o fredda, da sola o farcita. Può anche essere usato come sostituto del pane!
Impastare la farina, il sale e lo strutto aiutandovi con l’acqua necessaria per rendere l’impasto abbastanza consistente.
Manipolare l’impasto per alcuni minuti, suddividerlo in pezzi grandi come le  uova e stenderli formando dei dischi sottili. Preparare le piadine e disporle una sopra l’altra infarinandole.
Fate arroventare una padella  o una piastra (meglio se in pietra refrattaria!) e cuocetevi le piadine da entrambi i lati.  Se formano delle bolle bucarle con una forchetta.
Man mano che si cuociono disporle su un piatto una sopra l’altra e coprirle con un canavaccio..

INGREDIENTI

  • 300 gr. di farina di farro
  • 120 gr. di zucchero
  • 3 uova
  • 150 gr. di burro
  • sale
  • 1 limone
  • 150/200 gr. di marmellata

PREPARAZIONE:

Disporre la farina sulla spianatoia insieme con un pizzico di sale e la scorsa di un limone grattugiato, fare un buco al centro e versare un uovo intero, due tuorli , lo zucchero e il burro fatto a scaglie.

Impastare velocemente  il tutto per non far sciogliere il burro, altrimenti l’impasto risulterebbe troppo e lastico e poco friabile.

Prendere l’impasto,  avvolgerlo con della pellicola trasparente e metterlo in frigo per mezzora circa (se l’impasto è venuto molto molle lasciarlo nel frigo anche per un ora).

 

Preparare la teglia imburrandola o, meglio ancora, rivestirla con carta da forno (molto più leggera!!).

A questo punto stendere tutta la pasta e metterla sulla teglia. Tagliere le parti in eccesso, stenderle nuovamente e ritagliarle a striscioline (serviranno per la decorazione). Spalmare la marmellata e decorare con le strisce (solitamente la decorazione si fa ponendo le strisce come una maglia a rete, io invece ho disposto le strisce a raggera). Ripiegare i bordi e schiacciarli con una forchetta.

Cuocere  per circa 30 minuti a 180 gradi…

 

….semplicissimi ma sfiziosi!!

INGREDIENTI

  • tavoletta di coccolato al latte o fondente
  • farro soffiato
  • Formine di carta forno

PREPARAZIONE

Mettere il cioccolato fondente o al latte in una ciotola e farlo sciogliere a bagnomaria.

Unire al cioccolato il farro soffiato e mescolare..

A questo punto, aiutandovi con un cucchiaio,  mettete il composto dentro le formine di carta.

Lasciate riposare in frigo per un’ora..

Ricetta molto semplice ma non adatta a chi ha fretta..

Si chiama cosi poichè la roveja viene cucinata come si cucinano gli uccelletti.

INGREDIENTIper 4 persone

  • 3oo gr di roveja
  • 1 barattolo di pomodori pelati o meglio ancora 200 gr di pomodori maturi
  • 2 spicchi di aglio
  • 10 foglie di salvia
  • olio extra vergine d’  oliva
  • sale
  • pepe

PREPARAZIONE


Mettere in  ammollo per 24 ore la roveja con un pogno  di sale in acqua fredda. Lessare la roveja a fuoco lento per 50 min / 1 ora, cioè fino a quando non risulta tenera.

A parte, in una padella, fate soffriggere l’aglio e la salvia nell’olio. Dopo 2/3 minuti aggiungere i pomodori tagliati a dadini e fate cuocere fino ad ottenere una salsa un po densa.

A questo punto aggiungete al sugo la roveja, salare e pepare.

impiattare aggiungendo un filo d’olio a crudo..

buon appetito!!!

La nostra brochure

DSC02791

INGREDIENTI (per 4 persone)

ingredienti

  • 400 gr di linguine
  • 16/20 stimmi di Zafferano di cascia- zafferano purissimo dell’umbria
  • 15 fiori di zucca
  • 1 scalogno
  • mezzo bicchiere di vino bianco
  • 2 uova
  • parmigiano reggiano
  • burro
  • olio extra vergine d’ oliva
  • pepe
  • fiori di zucca

PREPARAZIONE

Fare un soffritto con olio extra vergine d’oliva e lo scalogno tritato finemente, aggiungere i fiori di zucca tagliati a pezzetti far sfumare il tutto con il vino bianco infine aggiungere l’infuso di zafferano.

DSC02783

intanto a parte far bollire l’acqua in una pentola, salarla e cuocere le lingune.

Prendere un piatto e sbattere l’uovo con il parmigiano e pepe  in modo da ottenere una pastella omogenea.

DSC02787

Scolare le linguine un minuto prima della cottura indicata sulla confezione;  saltarle nella padella ed unire l’uovo con il parmigiano.

in padella

impiattare e servire ben caldo.

Buon appetito.

ambasciatoridelgustolondon.wordpress.com/

Promuoviamo l'italian food a Londra grazie a degli ambasciatori d'eccezione: i migliori studenti degli Istituti Enogastronomici d'Italia.

Mimma Pallavicini's Weblog

memorie e appunti dal pianeta giardino

Farro di Monteleone

Prodotti tipici di Monteleone di Spoleto

Eatocracy

If it tastes good, it IS good.

Putney Farm

Get some good food. Cook it. Share with friends. Have a cocktail.

food to glow

feel good food that's good for you

WordPress.com

WordPress.com is the best place for your personal blog or business site.